Nuovo New Nuovo New Nuovo New Nuovo New Nuovo New
"TUTTE LE STRADE PORTANO A GENOVA"
(La prima indagine dell' ispettore Marco Canepa),
FRATELLI FRILLI EDITORI

Una giovane cameriera ucraina viene trovata assassinata in uno squallido appartamento di Sampierdarena. Tra le braccia stringe un orsacchiotto che porta la maglietta del Genoa. Si occupa del caso l’ispettore della squadra omicidi genovese Marco Canepa, grande poliziotto e pessimo giocatore di ping pong.

Pochi giorni più tardi un’altra ragazza ucraina è uccisa in uno squallido alberghetto ad una stella di via Pre, nel cuore della Genova antica. La mano dell’assassino sembra essere la stessa così come la sua grottesca firma, anche se stavolta l’orsacchiotto, forse per par condicio, indossa la maglia dell’altra squadra genovese, la Sampdoria. Le complicate indagini si muovono tra i caruggi della città vecchia, le dighe di Begato, il lungomare Bettolo di Recco e arriveranno fino ad Odessa, in Ucraina. L’epilogo, però, è nella stessa Genova, davanti allo scoglio di Vesima e al famoso studio di Punta Mare, quello in cui il grande architetto Renzo Piano, protagonista della storia a sua insaputa, pronuncerà la frase che offre il titolo al romanzo.


"IL PALAZZO DEL FREDDO"

(Un'indagine
dell'ispettore Sangermano
),
ARKADIA EDITORE

E’ il terzo giallo con protagonista l’ispettore laico-consacrato Sangermano, il poliziotto che insegue serial killer per lavoro e, nella vita privata, aiuta i ragazzi ex tossicodipendenti ed è molto attivo nella vita della sua parrocchia romana. Una bellissima ragazza cinese è uccisa nei giardini di piazza Vittorio, a Roma. L’assassino gli ha sparato con un fucile di precisione da uno dei palazzi che circondano l’antica piazza. L’omicidio ne ricorda molto da vicino un altro, avvenuto a Milano, in Largo Tel Aviv, circa tre mesi prima. Il caso viene affidato all’Uocs, la squadra per i crimini seriali e l’ispettore Marcello Sangermano inizia le indagini, coadiuvato dai suoi consueti collaboratori Silvia Fedele e Gigi Placidi. Sono varie le piste da seguire alla ricerca di questo nuovo misterioso killer seriale e alcune di queste portano fino al famoso Palazzo del freddo di via Principe Eugenio, la famosa e antica gelateria romana Fassi. Le indagini si snodano parallelamente anche a Milano e l’ispettore Sangermano, infine, dovrà anche recarsi a Shangai, in Cina, per verificare di persona eventuali coinvolgimenti dei boss della Triade. Ma è proprio a Roma che forse si nasconde la verità, soprattutto in quella parte più segreta della città che sembra ancora recare l’eco di un passato intriso di perfida alchimia e di oscuro esoterismo.






il palazzo del freddo copertina










COPERTINA IL LADRO DI PICASSO














Marco Di Tillo


















"IL LADRO DI PICASSO"
 EDIZIONI CORSARE


E’ un buffo giallo per ragazzi dai 9 ai 99 anni. Nell’estate del 1955 il celebre pittore spagnolo Pablo Picasso si trasferisce a vivere sulla Costa Azzurra, insieme alla sua compagna Jacqueline e a tutte le sue opere, centinaia di quadri dal valore immenso. Il parco della sua villa confina con quello di Henry Bobòt, il più celebre e il più grasso ladro di Francia, soprannominato La Spremuta, per la sua insaziabile voglia di spremute di arance. Bobòt ha deciso di rubare tutti i quadri del celebre pittore e sarebbe un’impresa piuttosto difficile, se non fosse agevolata dalla presenza sul territorio del più stupido ispettore di polizia mai esistito e cioè Leonard Fusè che, da quando è stato nominato comandante della polizia di Cannes, ha fatto la felicità di tutti i peggiori delinquenti della zona…


il palazzo del freddo copertina